Web Writing

Imparare a comunicare nell’era di Internet:
le proposte di alcuni corsi di scrittura on line

Una Tesi di Laurea dedicata al WEB WRITING e a come l’utilizzo delle nuove tecnologie possa cambiare ed evolvere la cultura… e quindi il mondo!
“Imparare a comunicare nell’era di Internet: le proposte di alcuni corsi di scrittura on line” è la mia Tesi di Laurea presentata il 22 marzo 2004 all’Università di trieste e premiata con 10 punti (danno 10 punti solo ai figli dei professori universitari – così almeno mi dissro – e io non lo sono). Dal 2004 sono cambiate un sacco di cose (tanto per dirne una, i social network non esistevano ancora), tuttavia la mia Tesi è ancora attuale e molte delle dinamiche esposte si possono ancora applicare alla situazione attuale.

La mia tesi è stata linkata su WikipediaLa mia Tesi di Laurea sul Web Writing è stata linkata su Wikipedia!
Ho avuto l’onore di ricevere un link su Wikipedia: il link punta in realtà direttamente alla home page di questo sito, tuttavia essendo in una pagina che parla di Interattività (http://it.wikipedia.org/wiki/Interattività), ritengo di aver ricevuto il link grazie alla mia Tesi ed al capitolo relativo, pubblicato in queste pagine.

1) Introduzione: Tecnologie della mente

Illustra come ogni tecnologia della comunicazione instauri un rapporto “ecologico” e simbiotico con il nostro modo di pensare.

2) Platone, il primo apocalittico

L’emblematico caso del filosofo Platone e della sua avversione per la scrittura come strumento di illusione di sapienza e di distruzione della capacità mnemonica.

3) L’avvento dell’alfabeto greco

Il passaggio cruciale per la trasformazione del pensiero attraverso la scrittura fu l’avvento dell’alfabeto greco, culmine del cammino evolutivo delle nostre capacità di astrazione ed elaborazione simbolica.

4) Dalla cultura orale alla cultura chirografica

Le trasformazioni della diffusione della scrittura: perdita d’importanza della funzione mnemonica, sviluppo del pensiero analitico e razionale, astratto e descrittivo, nascita dei concetti di “io”, “logos” e “psyche”, del senso della storia…

5) Dalla cultura chirografica alla cultura tipografica

L’invenzione della stampa amplifica le trasformazioni della scrittura e modifica la percezione del pensiero e le pratiche della conoscenza influenzando cultura, religione e società.

6) Dalla cultura tipografica alla cultura di massa

Dallo sviluppo del sistema editoriale all’avvento di radio, cinema e televisione le speranze di diffusione delle dinamiche evolutive, culturali e democratiche e le preoccupazioni sull’influenza totalizzante dei media e sull’abbassamento qualitativo dei “prodotti” offerti.

7) Le teorie sull’influenza sociale dei media

Dalle concenzioni di masse passive agli stimoli dei media alle teorie di un effetto persuasivo limitato per concludere con la consapevolezza di reali effetti a lungo termine dei mass-media e della televisione.

8) L’era dell’oralità secondaria

I media elettronici sembrano far riemergere le antiche dinamiche della cultura orale: mistica partecipatoria, senso della comunità, concentrazione sul momento presente, utilizzo di formule, modalità conoscitive di tipo percettivo, analogico e olistico, pensiero diffuso e orientato all’associatività.

9) Determinismo tecnologico

Se le innovazioni nelle tecnologie della comunicazione si sono sempre accompagnate a radicali mutamenti culturali, sociali, politici e religiosi emerge anche la consapevolezza che un mutamento non si genera in direzione contraria alle pratiche che intorno alle nuove tecnologie si sviluppano.

10) Dalla cultura di massa alla cultura multimediale

L’introduzione di una nuova tecnologia cognitiva non aggiunge e non elimina nulla al sistema di comunicazioni: cambia tutto. I nuovi media ri-mediano i precedenti media visivi e testuali e questi vengono ri-mediati dai nuovi media. Ogni medium si specializza nei generi testuali più adatti alle proprie caratteristiche e ogni genere testuale ha un suo medium preferenziale.

11) Una scrittura di ritorno?

Se i media elettronici hanno favorito un ritorno ad alcune dinamiche delle culture orali, i nuovi media favoriscono una rivalutazione della scrittura come veicolo preferenziale per la trasmissione di contenuti. Ma la scrittura, con i nuovi media, sembra acquisire caratteristiche “orali”.

12) Connettività, interattività, ipertestualità

Le caratteristiche innovative dei nuovi media sono fondamentalmente la connettività, l’interattività e l’ipertestualità. Dalle prime due ne potrebbero conseguire uno sviluppo di una sorta di “intelligenza connettiva” o “intelligenza collettiva” ed una rivalutazione del destinatario della comunicazione nella possibilità offerta di influenzarne il contenuto.

13) Pensiero ipertestuale e pensiero complesso

Le caratteristiche dell’ipertestualtà sembrano favorire e sviluppare un nuovo tipo di pensiero, un pensiero complesso, policentrico e reticolare, aperto e flessibile, capace di pensare la complessità del reale e di esprimere la tensione ad «articolare ciò che è collegato e collegare ciò che è disgiunto» fino ad arrivare a concepire un’identità umana non separata da una connettività planetaria che si fa «etica della comprensione planetaria».

14) Come cambia la scrittura

La scrittura on line (il web writing) ha una sua specificità dovuta alle caratteristiche del mezzo: dovrebbe essere sintetica, precisa, semplice, chiara, in qualche modo integrata con le altre modalità di fruizione coinvolte (immagini plastiche e figurative, contenuti audiovisivi) e con le possibilità ipertestuali del testo e della rete.

15a) Scheda 1: Alcune definizioni di ipertesto

Le diverse definizioni di ipertesto non riescono ad evidenziare la natura necessariamente interconnessa delle sue caratteristiche strutturali, lasciando intendere che una caratteristica sia in qualche modo prioritaria o fondante tutte le altre. Una definizione di iperteso dovrebbe forse essere anch’essa ipertestuale.

15b) Scheda 2: Strutture ipertestuali

Ogni struttura ipertestuale implica e veicola una determinata forma o rappresentazione della conoscenza determinando e plasmando il modello mentale dell’utente sull’organizzazione delle informazioni nel momento in cui si trova a navigare in un sito web.

Tutta la mia Tesi in .pdf

Pubblicare la mia Tesi online ha richiesto un sacco di lavoro. Non sarebbe il caso di offrirmi almeno un caffe’? Clicca sul bottone qui sotto per fare una donazione con Paypal…




Puoi scaricare la mia Tesi in pdf a questo link:
http://www.thanx.it/Web/Web-Writing/Tesi.pdf


Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>


Realizzazione Siti Web (Siti in Evidenza)

Lezioni di inglese
ingleseSito dedicato agli italiani dall'inglese scolastico che desiderano migliorare il proprio inglese attraverso il web, in maniera gratuita e possibilmente non noiosa: il sito e'...
Scuole d'Inglese
Scuole di IngleseLa migliore directory italiana di scuole di inglese in Italia e all'estero. Oltre 1000 scuole in Italia, Inghilterra, Australia, Malta, Irlanda......
Cambia Vita
cambia vitaSito dedicato ad argomenti, eventi e realta' spirituali e alternativi: yoga, theta healing, terapie alternative, reiki, massaggio... con un calendario eventi aggiornato che copre tutta...

...altri Siti Web »

CV e Altre Storie

Web Writing

WikiImparare a comunicare nell'era di Internet: le proposte di alcuni corsi di scrittura on line
La mia Tesi di Laurea sul Web Writing è stata linkata su Wikipedia!


Certificato Google Analytics

Google Analytics Individual QualificationL'analisi dei dati delle Google Analytics fa parte delle operazioni necessarie per valutare e indirizzare qualsiasi strategia di online marketing.

Io Nomade Digitale

Nomadi DigitaliI miei articoli sul sito dei Nomadi Digitali (collaborazione in corso):
- Come Sono Diventato Nomade Digitale
- Diventare Nomade Digitale: le lezioni che ho imparato


Incredibile! C'è ancora roba qui sotto!